IMGP3379.jpg
1.png

La nostra storia

La Cooperativa Madre Terra nasce nel lontano 5 novembre 1944 con l’attuazione della legge Gullo-Segni, che destinava alle cooperative i terreni incolti appartenenti ai latifondisti.

Grazie a questa riforma agraria, al sacrificio di eroi come Accursio Miraglia, sindacalista saccense ucciso da Cosa Nostra, e al sudore dei contadini, i latifondi si trasformano in oliveti e frutteti fertili e produttivi.

Sciacca-Miraglia-scaled.jpg
IMGP3179.jpg

Oggi la Cooperativa vanta circa 300  soci e una superficie di 1200 ettari coltivata ad ulivi nel territorio di Sciacca, zona delimitata dalla DOP Val di Mazara, riservata agli oli extravergine d’oliva ottenuti con rigidi disciplinari produttivi.

Sciacca, città di origine fenicia da sempre dedita all’agricoltura e alla pesca, è bagnata dal mare e circondata da monti.

Il territorio circostante Sciacca è caratterizzato da pianori e basse colline e viene da secoli coltivato ad ulivi, nelle varietà autoctone: Cerasuola, Biancolilla e Nocellara.

 

IMGP3300.jpg

Come operiamo

Il processo di produzione dell’olio extra vergine di oliva comincia con la raccolta delle olive. Il momento più idoneo per la raccolta corrisponde alla fase dell’invaiatura, cioè quando l’oliva assume una colorazione superficiale e la polpa è ancora chiara.

La raccolta avviene con l’ausilio di pettini e macchine agevolatrici. Le olive raccolte vengono collocate in ceste ben areate per poi essere accuratamente selezionate e avviate alla molitura entro 24 ore dalla raccolta.

 

 

Le olive selezionate vengono defogliate con l’ausilio di deramifogliatori.  A questa fase segue quella del lavaggio con acqua potabile per eliminare l’eventuale presenza di elementi residui. Le olive pulite vengono infine avviate alla molitura.

Sono presenti due linee di lavorazione, ognuna composta da n. 6 gramole da 850 Kg., da un decanter marca Alfa Laval tipo Sigma 6. 

Al fine di evitare fenomeni di fermentazione della pasta di olive e preservarne le caratteristiche organolettiche,  le gramole sono dotate di uno scambiatore termico per il controllo della temperatura della pasta in ingresso proveniente dal frangitore e durante la fase di gramolazione la temperatura viene mantenuta a 27 °C .

20211009_113951_edited.jpg
20211009_122512.jpg

Dopo la gramolazione avviene la separazione dell’olio dalla sansa e acqua di vegetazione nel Decanter Alfa Laval sigma 6, a due fasi.

La scelta del sistema di separazione a due fasi è stata fatta al fine di migliorare la qualità degli oli ottenuti, infatti con tale tecnologia non viene aggiunta acqua durante le fasi di gramolazione e di estrazione, ciò evita il dilavamento di sostanze solubili quali i polifenoli che conferiscono ai nostri oli quelle caratteristiche di fruttato, amaro e piccante, che li caratterizzano e li rendono unici.

20211009_104120.jpg

Gli oli prodotti vengono stoccati nella sala olio in silos di acciaio con il controllo della temperatura a 18°C e inertizzati con azoto, al fine di evitare possibili ossidazioni degli olii. Complessivamente la nostra capacità di stoccaggio è di 4000 ettolitri. 

L' olio viene infine confezionato direttamente in cooperativa garantendo un controllo ulteriore sul prodotto

Abbiamo scommesso su sostenibilità e tecnologia

Giardiniere femmina felice